Expanding Space. Fuori dal centro

Il programma Expanding Space è lo sviluppo, su larga scala, di un precedente, omonimo progetto della fondazione V-A-C . Nel 2015-2016, giovani artisti sono stati chiamati a studiare la possibilità’ di portare i propri lavori nell’ ambiente urbano intervenendo sulle impalcature, sulla marcatura stradale e nelle vetrine della metropolitana.

Nel 2019, il progetto V-A-C porta gli artisti fuori del centro geografico di Mosca: nei centri di cultura distrettuali, nei circoli ricreativi, nelle biblioteche, nei cinema e nei mercati per entrare in contatto con le comunità locali e creare insieme nuovi progetti culturali.

L'obiettivo principale di Expanding Space è quello di mettere in discussione l'idea contemporanea che l'arte debba esistere entro confine rigorosamente definiti e che solo I professionisti possano praticarla in musei e gallerie. In ciascuno dei sette programmi pittori, compositori, registi e artisti sviluppano un’attiva collaborazione con i residenti dei vari distretti di Mosca per diversi mesi.

Il sito del progetto (in russo)

Zenevia
Sommersa dalle Acque

V–A–C Zattere è lieta di presentarvi in anteprima il radiogramma Zenevia - Sommersa dalle Acque, il frutto di un workshop realizzato all'interno del nostro programma annuale DK ‘Zattere’ 2019–20.

Il progetto nasce dall’idea di creare un testo a più mani all’interno di un laboratorio di scrittura, espandendosi poi nel territorio musicale per presentarlo dal vivo.
Seguendo le tematiche di DK ‘Zattere’, in particolare quelle legate all’esplorazione di diverse sensazioni e agli stati di allagamento, inondazione e suspence, una Venezia parallela è stata scelta come punto d’interesse per immaginarne una dimensione alternativa - in collisione con quella reale - con personaggi e luoghi ben delineati e narrazioni che si sviluppano attorno ad essi.

Seguendo questa cornice tematica, è stato selezionato tramite open call un gruppo di sette partecipanti e due esperti li hanno affianacati e si sono occupati di seguire le fasi di scrittura creativa - coordinata dallo scrittore e professore veneziano Alessandro Cinquergrani - e di arrangiamento sonoro - affidata alla compositrice fiorentina Daniela Fantechi.

@ Francesca Seravalle

L’annuncio della pandemia e dell’isolamento hanno coinciso con le date nelle quali sarebbe iniziata la parte finale del workshop. Sono stati così cancellati il laboratorio di tre giorni con Daniela Fantechi sullo sviluppo dell’adattamento musicale del testo e la sua presentazione dal vivo, oltre al resto del programma di DK ‘Zattere’ che è stato concluso con urgenza.

A seguito della chiusura anticipata, è stata presa la decisione collettiva di finire l’opera lavorando a distanza, attraverso chiamate e discussioni tra la tutor e i membri del team da remoto.

Il prodotto del laboratorio consiste in una traccia di 40 minuti che ruota attorno ad un caso misterioso ambientato in una Venezia futura e distopica, accompagnato da sottili intervalli musicali. Prendendo la forma di un interrogatorio, la narrativa rimbalza tra due mondi e sequenze temporali, tra flashback e cronaca (un commentario) dei problemi attuali della città.

Voci:
Ginevra - Francesca Seravalle
Poliziotto - Roberto Di Robilant
Gondoliere - Alessandro Gambato
Olmo - g. olmo stuppia
Fosca - Valentina Confu
orto e con Giulia Morucchio

Testi di Roberto Di Robilant, Valentina Confuorto, Alessandro Gambato, Francesca Seravalle, g. olmo stuppia
Supervisione ai testi: Alessandro Cinquegrani
Supervisione musicale: Daniela Fantechi
Presa diretta, editing e mastering: Alessandro Gambato
Produzione: Giulia Morucchio, Polina Filimonova
Curatore: Nikita Rasskazov

2009 – 2021 (c) V–A–C