Expanding Space. Fuori dal centro

Il programma Expanding Space è lo sviluppo, su larga scala, di un precedente, omonimo progetto della fondazione V-A-C . Nel 2015-2016, giovani artisti sono stati chiamati a studiare la possibilità’ di portare i propri lavori nell’ ambiente urbano intervenendo sulle impalcature, sulla marcatura stradale e nelle vetrine della metropolitana.

Nel 2019, il progetto V-A-C porta gli artisti fuori del centro geografico di Mosca: nei centri di cultura distrettuali, nei circoli ricreativi, nelle biblioteche, nei cinema e nei mercati per entrare in contatto con le comunità locali e creare insieme nuovi progetti culturali.

L'obiettivo principale di Expanding Space è quello di mettere in discussione l'idea contemporanea che l'arte debba esistere entro confine rigorosamente definiti e che solo I professionisti possano praticarla in musei e gallerie. In ciascuno dei sette programmi pittori, compositori, registi e artisti sviluppano un’attiva collaborazione con i residenti dei vari distretti di Mosca per diversi mesi.

Il sito del progetto (in russo)

  • about Zattere

V–A–C Zattere

Dorsoduro 1401
30123 Venezia

  • Aperto da giovedì a martedì
  • Dalle ore 12 alle 20
  • Chiuso il mercoledì
  • Ingresso libero a mostre ed eventi

Il ristorante sudest 1401

  • Aperto tutti i giorni tranne il mercoledì
  • Dalle ore 11 alle 23

V–A–C Zattere, lo spazio della Fondazione a Venezia, è stato inaugurato nella primavera del 2017. L’edificio storico, risalente alla metà dell’Ottocento, e’ situato sulla Fondamenta delle Zattere, affaccia sul Canale della Giudecca ed e’ stato completamente restaurato a cura della Fondazione. La V–A–C ha incaricato l’architetto Alessandro Pedron dello studio veneziano _apml architetti di sviluppare il progetto di ristrutturazione, che ha trasformato il Palazzo, donando alla citta’ un nuovo spazio dedicato al dialogo attraverso l’arte contemporanea. L’intero spazio, per metà adibito all’attivita’ espositiva, occupa 2000 metri quadrati e si sviluppa su quattro livelli. V–A–C Zattere è inoltre dotato di un ristorante (sudest 1401), sale per eventi, uffici e uno spazio dedicato alle residenze.

V—A—C Zattere, Venice
Photo: Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti
V–A–C Zattere, Venice
Photos: Fulvio Orsenigo

Il ristorante sudest 1401

sudest 1401 è un progetto socioculturale e un ristorante in cui il cibo e’ solo uno veicolo per facilitare la compagnia, per riunire le persone e incoraggiare il dialogo. Questo e’ senza dubbio uno dei principali obiettivi della Fondazione V–A–C: sviluppare l’inclusività, l’uguaglianza e lo scambio di idee e conoscenze, facilitando la conversazione tra le diverse culture. Un obiettivo che la Fondazione persegue nel proprio programma culturale, ma anche nella cucina di sudest 1401, dove si mescolano vari sapori e tradizioni di ogni dove.

Photo: Luca Zanon Fotografo a Vicenza
sudest 1401, V—A—C Zattere, Venice, 2019
Photo: Delfino Sisto Legnani e Marco Cappelletti

L’installazione Laguna Viva

Laguna Viva è un’installazione nello spazio del giardino, che ricrea il tipico habitat della palude salmastra, costruita in base ad associazioni botaniche e alla morfologia funzionale. Si trova all’interno di due grandi vasche decorate da piastrelle, parte di un percorso che nasce nel Canale per snodarsi nel Palazzo. Ispirato dalla laguna e dai tipici pavimenti veneziani, il progetto è stato sviluppato dal collettivo artistico londinese Assemble, che lavora nell’ambito dell’architettura, del design e dell’arte, insieme all’organizzazione di ricerca veneziana We Are Here Venice e a Granby Workshop, una piccola fabbrica di ceramica di Liverpool, fondata da Assemble nel 2014.

Assemble with We Are Here Venice
Laguna Viva (Living Lagoon), 2018
V–A–C Foundation, Venice. 
Photo: Delfino Sisto Legnani and Marco Cappelletti
2009 – 2019 (c) V–A–C